Superstrada romana, da Londra a Exeter 1900 anni fa

Archeologi britannici hanno portato alla luce un tratto di una strada romana che collegava l'antica Londra alla attuale Exeter, capoluogo del Dover. La strada fu costruita 1.900 anni fa e secondo gli esperti, oltre a permettere spostamenti più rapidi delle truppe, aveva la funzione di tenere a bada le popolazioni locali e manifestare lo strapotere dei conquistatori.

È stato necessario abbattere un gruppo di abeti rossi, in seguito all'autorizzazione della Commissione Forestale britannica, per far emergere questo gioiello dell'ingegneria coperto per secoli dalla fitta vegetazione della foresta di Puddletown, nel cuore del Dorset.

L'arteria percorreva oltre 250 chilometri tra Londinium e Isca, antico nome di Exeter, la fortezza romana più ad Occidente in Inghilterra, fondata nel 50 dopo Cristo. Un vera "autostrada" dell'antichità che in alcuni tratti fu costruita su un terrapieno alto più di 4 metri e mezzo, era lastricata con ghiaia al centro per il passaggio dei legionari, più solida ai lati per il passaggio degli animali, mentre i profondi fossati esterni permettevano il drenaggio dell'acqua piovana.

Superstrada romana, da Londra a Exeter 1900 anni fa