Sanremo novità in arrivo

Sale il livello medio delle canzoni degli artisti (una volta si chiamavano Big) in gara a Sanremo. E c'è pure qualche piacevole sorpresa, a cominciare dai La Crus e Albano. Con una lunga carriera alle spalle nell'ambito indipendente, i La Crus con 'Io confesso' propongono una bella canzone italiana anni '60 con la voce di Mauro Giovanardi che si muove sulle ottave basse tra Bowie e i Japan e un bel 'Wall of Sound' orchestrale che si conclude con un omaggio a Morricone, con tanto di voce di soprano.
'Amanda è libera' è invece un pezzo che spiazzerà chi da Albano si aspetta una romanza pop: un testo durissimo sulla storia di una ragazza immigrata che finisce sulla strada e un sound etno pieno di echi e ritmi orientelaggianti, passaggi armonici tutt'altro che scontati e un'interpretazione vocale misurata e intensa.

Emma e i Modà, entrambi prodotti dalla factory di 'Amici', ovviamente sono i favoriti alla vittoria finale, visto come sono andate le cose nelle ultime due edizioni. 'Arriverà' è un abile mix delle caratteristiche dei due poli di questo duetto: i Modà suonano quasi come una cover band dei Negramaro, Emma come una fan di Gianna Nannini. Nathalie, la vincitrice di 'X Factor' aspira di default a un premio vista la tradizione del televoto: 'Vivo sospesa' però è un brano tutt'altro che memorabile. Giusy Ferreri, che dopo 'X Factor', non è riuscita a fare tesoro del successo di 'Non ti scordare mai di me': 'Il mare immenso' è un pezzo che ha un bel ritornello e un appeal radiofonico ma è difficile da cantare, soprattutto sul palco dell'Ariston e con l'orchestra.