Provincia Macerata - Regione Marche - Regione Italiana

Macerata è una città di 43.002 abitanti[1] dell'Italia centrale, capoluogo dell'omonima provincia delle Marche.
Sorge su di un colle a 315 metri s.l.m. tra la vallata del fiume Potenza a nord e quella del fiume Chienti a sud ; è sita a 30 km a ovest del mare Adriatico e dista circa 60 km dall'Appennino umbro-marchigiano.
Il clima di Macerata è quello tipico dell'area collinare dell'interno delle Marche e presenta sia elementi mediterranei che elementi continentali. L'influenza del mare ha il suo peso, trovandosi Macerata a soli 30 km dalla costa, ma un ruolo ancora maggiore nel determinare le condizioni climatiche cittadine va riconosciuto alla seppur modesta altitudine (315 m) e alla relativa prossimità dei rilievi appenninici. L'inverno è solitamente piuttosto freddo e abbastanza piovoso. Anche le nebbie sono tutt'altro che infrequenti, mentre le nevicate, pur non verfidicandosi molto spesso, sono a volte assai intense e abbondanti (nel gennaio del 2005 caddero 80 cm in una settimana). Le maggiori precipitazioni nevose si hanno con irruzioni fredde dai vicini Balcani, ossia da est-nord-est. Ma anche perturbazioni da nord o n/w sono in grado di causare cadute di neve, in qualche caso cospicue. Pure nel pieno dell'inverno non mancano periodi miti e soleggiati, che associati al garbino possono portare a massime intorno ai +15°/+20°. Proprio il garbino è forse[senza fonte] il vento in grado di raggiungere le raffiche più violente in città, fin oltre i 100 km/h. Le stagioni intermedie sono in genere ricche di precipitazioni e piuttosto variabili. Nevicate e gelate tardive possono verificarsi fin nel mese di aprile, mentre in autunno non mancano né freddi precoci né scampoli d'estate. La stagione estiva va di norma da giugno a settembre ed è calda e piuttosto soleggiata. L'afa è assai meno intensa e frequente che sulla costa, ma non mancano periodi di caldo molto intenso, con massime che possono toccare e superare in qualche caso i +40° (se spira il garbino). Anche le minime si mantengono decisamente elevate, specie in collina e nel centro della città. I temporali pomeridiano-serali, in genere provenienti dalle zone Appenniniche, sono frequenti nelle parentesi estive caratterizzate da spiccata instabilità, le quali in genere diventano più intense e prolungate nel mese di agosto.

http://it.wikipedia.org/wiki/Macerata