Provincia AOSTA - Regione Valle d'Aosta - Regione Italiana

Aosta (in francese Aoste; in patois valdostano Aoûta o Veulla; in lingua walser, Augschtal; in latino, Augusta Prætoria Salassorum; in piemontese, Aousta) è un comune di 35.010 abitanti[1], sparsi per dodici differenti centri abitati (quello omonimo e 11 frazioni), dell'Italia settentrionale, capoluogo della regione autonoma della Valle d'Aosta.
Aosta ha la particolarità di essere l'unico capoluogo di regione italiano che non è contemporaneamente capoluogo di provincia, dal momento che la provincia di Aosta fu ridotta a circondario della provincia di Torino con la legge Rattazzi e infine trasformata in regione autonoma con la costituzione repubblicana e la relativa legge costituzionale di attuazione del 1948, che non prevede province nella regione.
Considerando anche i capoluoghi di provincia, è il quarto più alto d'Italia, dopo Campobasso e prima di Caltanissetta.[2]
Aosta è una città dal grande interesse storico per via dei numerosi reperti archeologici risalenti soprattutto all'età romana.
La città di Aosta si trova all'incirca nel mezzo della Regione Autonoma Valle d'Aosta, nella piana in cui scorre il fiume principale della regione: la Dora Baltea. Su Aosta dominano importanti montagne tra le quali: la Becca di Nona, il Monte Emilius, Punta Chaligne e la Becca di Viou. La città è attraversata da Nord a Sud, all'altezza dell'Arco d'Augusto, dal fiume Buthier, uno dei numerosi affluenti della Dora Baltea.
Aosta si trova in un fondovalle interamente circondato da alte montagne, perciò è soggetta ad un microclima particolare con spiccate caratteristiche di continentalità. In generale le stagioni intermedie sono più brevi che nel resto del Nord Italia, mentre sia l'estate (nonostante l'altitudine) che l'inverno sono precoci: sono tutt'altro che rari brevi periodi di caldo torrido a fine Maggio e forti gelate a Novembre.
Le estati sono mediamente calde e soleggiate, ma più ventilate che nel resto del Nord Italia (grazie alle brezze montane) e soggette a temporali, specie ad Agosto: la media del mese più caldo (Luglio) è di +21,25 gradi. Gli inverni sono generalmente freddi (media di Gennaio +0,65 gradi) ma piuttosto variabili a seconda delle annate, con periodi nevosi alternati a periodi secchi e molto rigidi. Diversamente dalle montagne circostanti, la piovosità media annua di Aosta è abbastanza scarsa (nell'ordine dei 600 millimetri). Il motivo per cui d'estate ad Aosta fa caldo è lo stesso per cui fa caldo a Bolzano: entrambi sono situate in un fondovalle alpino che ne impedisce il ricambio d'aria.

http://it.wikipedia.org/wiki/Aosta
Aosta e la sua valle, al pari delle valli piemontesi, sono soggette a fenomeni di foehn.