Obama chiama Zuckerberg

Il presidente e' il primo in carica ad andare in diretta sul social network.
Sulla carta Obama puo' contare su 19 milioni di fan della sua pagina su Facebook e quasi un milione di fan del sito ufficiale della Casa Bianca.
Parlando da Palo Alto in California, dal 'Town Hall' Facebook, cioe' dal municipio del villaggio piu' grande del mondo, accanto al creatore del principe dei social network Mark Zuckerberg, Obama risponde alle domande inviate dai giovani americani almeno teoricamente sul tema "Responsabilita' condivisa e prosperita' condivisa".
A prima vista non sono i temi che i fruitori di Facebook, piu' abituati a scambiarsi fotografie e filmati che a discutere del 'buco' sempre piu' profondo della previdenza americana, affrontano volentieri sulla pagine virtuali, ma Obama, bene o male, riesce sempre a creare la sorpresa. Per evitare la deriva sulla marijuana, il tema che a gennaio aveva dominato di gran lunga la sessione di domande rivolte al presidente per il tramite di YouTube, e' stato decisa una sorta di censura preventiva.
Non c'e' la possibilita' infatti di esprimere apprezzamento (like) sulle domande che vengono rivolte all'inquilino della Casa Bianca. Nonostante Facebook non prenda posizioni politiche, i rapporti tra il social network e la Casa Bianca sono relativamente stretti, anche se sembra essere tramontata l'ipotesi di una assunzione dell'ex portavoce della Casa Bianca, Robert Gibbs.
A gennaio Obama aveva partecipato ad una cena privata con personalita' della Silicon Valley, e c'era anche Zuckerberg, oltre a Steve Jobs della Apple. E la numero due del Social Network, Sheryl Sandberg, fa parte del consiglio dedicato alle questioni di lavoro e di competitivita' della Casa Bianca.
La scelta di Obama e' comunque chiara: decidendo di portare su Facebook il principale degli incontri dedicati in questi giorni alla sua politica economica, il presidente punta a conquistare l'elettorato piu' giovane, quello che alle presidenziali del 2008 non aveva ancora l'eta' per votare.

Obama chiama Zuckerberg