Murray il medico di Jackson rischia condanna

Prima giornata di processo e prime dichiarazioni per il caso di Conrad Murray, il medico accusato della morte di Michael Jackson. Il pubblico ministero ha assestato un giudizio pesante nei confronti del medico che aveva in cura il cantante. Il quadro emerso e' quello di un uomo che tenta frettolosamente di nascondere le prove che potrebbero portarlo alla condanna per omicidio colposo.
"Il medico ha eliminato tutte le possibili prove dalla scena, prima di chiamare l'ambulanza, una volta trovata la pop star priva di sensi" ha dichiarato il pubblico ministero ieri, martedi' 4 gennaio, durante il primo giorno del processo per la morte di Jackson, per overdose lo scorso 25 giugno 2009, a pochi giorni dal ritorno sulla scena con una serie di concerti a Londra.
"Sono trascorsi piu' di 20 minuti tra il ritrovamento del corpo privo di sensi nel suo letto e la chiamata ai paramedici, da parte del suo team, e questo e' un indizio fondamentale - ha dichiarato il procuratore distrettuale David Walgren - il 911 non e' stato allertato dal medico ma da i membri dello staff del cantante."

Murray il medico di Jackson rischia condanna