L'ultima intervista di John Lennon

Tre giorni prima che venisse ucciso, John Lennon si lamentò dei critici, affermando che erano interessati solo agli "eroi morti", e si disse ottimista sulla sua famiglia e sul suo futuro, affermando di avere "tanto tempo" per raggiungere alcuni dei suoi obiettivi.

In occasione del trentennale della sua morte, la rivista Rolling Stone ha deciso di pubblicare integralmente l'ultima intervista rilasciata dalla star dei Beatles, in edicola venerdì prossimo, e di farne anticipare alcuni stralci all'Associated Press.

"Questi critici con l'illusione di creare gli artisti, è come adorare un idolo - disse Lennon a Jonathan Cott - quello che vogliono sono eroi morti, come Sid Vicious e James Dean. Non mi interessa essere un eroe morto, per cui lasciali stare".

L'ex star dei Beatles predisse anche che i critici si sarebbero accaniti contro Bruce Springsteen, allora salutato come il futuro del rock: "E Dio aiuti Bruce Springsteen nel momento in cui decideranno che non è più un Dio. Gli volteranno le spalle, spero sopravviva".

L'ultima intervista di John Lennon