L'Italia sul tetto del mondo

Parlera' italiano la stazione meteorologica più alta del mondo. La installerà a 8mila metri, sul Colle Sud vicino all'Everest, una spedizione organizzata dal Cnr nell'ambito del progetto Share Everest che e' stato presentato oggi nella sede del Miur.

L'iniziativa prevede l'installazione di sensori per le misure in continuo di parametri come temperatura, pressione e direzione e velocita' del vento, che verranno usate, insieme a quelle delle altre stazioni nell'area, per monitorare lo stato di salute delle montagne dell'Himalaya, oltre che per avere informazioni utili anche per le montagne italiane.

"L'Italia e' orgogliosa di essere rappresentata da questo progetto - ha affermato il ministro Mariastella Gelmini, che durante la presentazione ha consegnato ai due aplinisti italiani che accompagneranno la spedizione, la bandiera italiana da portare in quota - che ci da' una buona misura della grande capacita' tecnologica del nostro paese".
Il progetto internazionale Share ha l'obiettivo di creare una rete internazionale di stazioni d'alta quota per il monitoraggio climatico, soprattutto nell'ottica di valutare gli effetti del riscaldamento globale: "Grazie alla centralina a 8mila metri potremo monitorare, per esempio, le grandi correnti ad alta quota - ha spiegato Paiolo Bonasoni dell"Isac-Cnr, project manager di Share - come quella che segna l'inizio e la fine dei monsoni".

L'Italia sul tetto del mondo