Lamberto Sposini ricoverato in gravi condizioni

Il giornalista Lamberto Sposini e' stato trasferito dall'ospedale Santo Spirito al Policlinico Gemelli di Roma, dopo il malore che lo ha colto poco prima di aprire la puntata de 'La vita in diretta'. Il conduttore, da quanto si apprende, e' in gravi condizioni. Il malore sarebbe stato causato da un'emorragia cerebrale e i medici starebbero valutando la possibilita' di un intervento chirurgico.
L'ambulanza a Via Teulada, secondo le testimonianze raccolte dall'Ansa, sarebbe arrivata dopo 40 minuti rispetto alla chiamata di soccorso. Nel frattempo, il giornalista veniva riscaldato con abiti messi a disposizione da colleghi e collaboratori che gli erano accanto.

Con un'ora di ritardo è cominciato lo speciale La vita in diretta su Rai1 condotto da Mara Venier che ha annunciato ai telespettatori l'assenza di Lamberto Sposini dal programma, a causa di un malore improvviso. Secondo quanto dichiarato dalla Venier in diretta, "sembra che ora tutto stia andando bene e che Lamberto si stia riprendendo".

Ambulanza a 19 minuti dalla chiamata
Il 118 precisa che "e' stato allertato dagli studi Rai di via Teulada alle ore 14:11 e che l'ambulanza e' arrivata sul posto alle 14:30". Dunque, precisano dall'Azienda regionale emergenza sanitaria-118 "il mezzo e' arrivato 19 minuti dopo la chiamata".
"Le ambulanza della zona erano tutte impegnate negli altri soccorsi -continuano dal 118- e sul posto e' stata inviato un'ambulanza operativa che si trovava in una zona limitrofa e un'automedica". Dopo avere stabilizzato il paziente l'equipe del 118 ha trasportato subito Lamberto Sposini in codice rosso all'ospedale Santo Spirito.

Sciacalli in Rete
Pochi minuti dopo la notizia del ricovero in ospedale di Lamberto Sposini, su Wikipedia il giornalista risultava "morto in seguito a un malore". Subito i gestori della celebre enciclopedia on-line hanno bloccato la pagina rendendola modificabile solo agli iscritti 'verificati'. Un provvedimento che, si legge sulla 'politica di protezione delle pagina', viene adottato in presenza di "gravi atti di vandalismo".
Su Facebook, invece, una macabra pagina intitolata: 'Addio Lamberto Sposini' e' stata messa on-line addirittura dallo scorso 25 marzo. L'ultimo commento recita: "Gliel'avete tirata".