Il Papa alle nazioni: difendete i cristiani

Di fronte alle "minacciose tensioni del momento, di fronte specialmente alle discriminazioni, ai soprusi e alle intolleranze religiose, che oggi colpiscono in modo particolare i cristiani, ancora una volta - afferma il Papa - rivolgo un pressante invito a non cedere allo sconforto e alla rassegnazione". Si tratta di un "difficile compito" per il quale "non bastano le parole, occorre l'impegno concreto e costante dei responsabili delle nazioni...". Lo ha detto nella messa di Capodanno, mentre nella notte una autobomba davanti a una chiesa di Alessandria d'Egitto, ha causato almeno 21 morti.

"L'umanita' - ha detto papa Ratzinger prima del suo 'pressante invito' a non cedere alla rassegnazione - non puo' mostrarsi rassegnata alla forza negativa dell'egoismo e della violenza; non deve fare l'abitudine a conflitti che provocano vittime e mettono a rischio il futuro dei popoli".