Giro d'Italia: Nieve vince la tappa dolomitica, Contador padrone del giro

Lo spagnolo Nieve dell'Euskaltel ha vinto la 15esima tappa del Giro d'Italia da Conegliano a Gardeccia val di Fassa.

Seconda posizione per Stefano Garzelli della Acqua & Sapone. Terza la maglia rosa di Alberto Contador a 1'50" dal vincitore, seguito a un secondo da Michele Scaponi della Lampre.

Perde ancora terreno Vincenzo Nibali della Liquigas, giunto a 3'35". In classifica generale il siciliano cede il secondo posto a Michele Scarponi.

LA TAPPA - Sette ore e trenta di corsa per avere la conferma di ciò che già si sapeva. E' la Spagna la dominatrice del Giro 2011. Così come ieri gli iberici vincono entrambe le corse. In quella per la vittoria di tappa si impone il navarro Mikel Nieve Iturralde, in quella per la classifica generale nessuno può più anche solo fare il solletico a sua maestà Alberto Contador.

Per gli azzurri tanti applausi ma nulla in mano. Garzelli è stato protagonista di una fuga epica con passaggio solitario sia sul Passo Giau, Cima Coppi della corsa, che sul Fedaia ma ha finito la benzina proprio ai piedi del Gardeccia.

Vincenzo Nibali ha dato spettacolo vero in discesa ma è entrato in crisi in salita, sia sul Fedaia che verso l'arrivo del Gardeccia. Michele Scarponi ha corso una tappa intelligente ma senza squilli.

La magia rosa Contador invece, come da Tropea in poi, ha letteralmente giocato con gli avversari. Un misto tra un computer per l'accortezza in corsa, un diplomatico per la sua capacità di trovare alleanze fra gli spagnoli ed un cannibale per lo scatto micidiale sul Gardeccia.