Festa della Repubblica a Roma

Con l'omaggio del capo dello Stato, Giorgio Napolitano, alla tomba del Milite Ignoto al Vittoriano, in una Roma blindata, sono cominciate le celebrazioni per il
65/o anniversario della Repubblica che raggiungeranno il culmine con la parata militare il cui tema e' "Il 150/o anniversario dell'Unita' d'Italia". Presenti oltre 40 capi di Stato e piu' di 80 delegazioni straniere.
Al suo arrivo in auto a Piazza Venezia il premier Silvio Berlusconi e' stato accolto dai fischi, ma anche da applausi. All'alba e' scattato nella capitale il piano per garantire la sicurezza alle delegazioni straniere che, per la prima volta, assisteranno alle
celebrazioni per la festa della Repubblica accanto alle massime autorita' dello Stato.
La zona tra piazza Venezia e il Colosseo, presidiata da circa 2500 uomini delle forze di polizia, e' stata divisa in tre aree: quella di "massima sicurezza" che comprende le tribune su via dei Fori imperiali dove siederanno i leader mondiali; quella "riservata" tra il Colosseo e Piazza Venezia e quella "circostante" che comprende le vie limitrofe.

Schierati anche cecchini sui tetti, unita' cinofile antiesplosivo e forze speciali. Importante anche il dispositivo di sicurezza aerea: su tutto lo spazio aereo della Capitale e' stato disposto il divieto di sorvolo dalle 6 alle 22, mentre gli elicotteri di polizia e carabinieri vigileranno dall'alto sul regolare svolgimento della manifestazione.

Schifani, abbassare i toni
"Un grande appello all'intero Paese e alle forze politiche: abbassare i toni e fare in modo che i problemi reali del Paese, problemi sempre piu' stringenti, vengano affrontati in un clima di confronto e non in questo clima acido e velenoso al quale si assiste ormai da parecchio tempo". Cosi' il presidente del Senato Renato Schifani, al suo arrivo ai Fori Imperiali per assistere alla parata del 2 giugno.
Dopo il voto "si torni alla politica del confronto e non alla politica della continua delegittimazione". Lo ha detto il presidente del Senato Renato Schifani, che ha aggiunto: "ora si parli di proposte e controproposte concrete".

Festa della Repubblica a Roma