Catherine Zeta Jones in clinica per disturbo bipolare

Catherine Zeta-Jones, dopo aver affrontato accanto al marito Michael Douglas il difficile periodo della sua lotta con il cancro, è stata ricoverata in un centro per la salute mentale per un trattamento relativo al disturbo bipolare di cui l'attrice soffre. Lo ha reso noto il portavoce della star, secondo quanto riporta il sito di 'People'. "Dopo lo stress dello scorso anno, Catherine -secondo un amico citato dal sito del settimanale- ha preso la decisione di verificare il suo stato di salute in vista del lavoro che devo iniziare questa settimana sue due film". L'attrice 41enne ha dunque trascorso circa cinque giorni nella struttura medica - di cui non si conosce il nome- nei giorni scorsi. Il disturbo bipolare è una malattia caratterizzata dal fatto che stati d'euforia o di irritabilità si alternano a periodi di depressione. Spesso il disturbo può avere momenti di latenza e poi essere innescato da fasi di grandi stress. "Non c'è dubbio che per Catherine l'ultimo anno sia stato molto stressante", dice l'amico. "Catherine ha dovuto affrontare la malattia di Michael ed è stato difficile. Ma il ricevero dei giorni scorsi è dovuto solo al fatto che sta per iniziare a lavorare e voleva assicurarsi di essere al top della forma".