Barca - Manchester United la finale, 1-1 al Camp Nou e 4-1 all'Old Trafford

Mourinho resta in albergo, il Barcellona vola in finale di Champions. Ha vinto la squadra piu' forte e alla fine hanno vinto anche i buoni sentimenti. Barcellona e Real, anche senza le proteste di Mourinho, se le sono date comunque - 5 gli ammoniti tra le merengues, e De Bleeckere ha fatto di tutto per non tirare fuori un rosso - ma l'immagine finale della festa e' Eric Abidal. Il terzino francese, operato solo un mese e mezzo fa di tumore al fegato, e' rientrato al 90' per l'ovazione di un Camp Nou che celebrava l'1-1 e la finale raggiunta. Per l'appuntamento a Wembley ora Guardiola aspetta il Manchester, che domani con lo Schalke parte dal 2-0 dell'andata. Senza Mourinho. Senza veleni. E perfino senza espulsioni. Questo e' stato il quinto 'Clasico' della stagione, forse il piu' falloso. Scontato l'epilogo, dopo il 2-0 dei catalani sette giorni fa a Madrid.

Dopo il Barcellona, anche il Manchester Utd stacca il biglietto per Wembley. La finale più attesa è servita: appuntamento il 28 maggio per un match stellare.
Quasi una formalità il ritorno con lo Schalke. Per i Red Devils tutto era già compiuto dopo lo 0-2 di Gelsenkirchen. Il ritorno all'Old Trafford, malgrado il turnover di Ferguson (fuori 6 titolari), finisce con un 4-1 senza storia.
Primo tempo scoppiettante: tremendo uno-due di Valencia e Gibson, per i tedeschi accorcia Jurado.
Nella ripresa, goleada sullo Schalke, schiantato dalla doppietta di Anderson.