Assange: "La verità vincerà sempre"

Il fondatore di Wikileaks Julian Assange dopo essersi consegnato alla polizia britannica, che lo ha tratto in arresto in base al mandato spiccato dall'Interpol per l'inchiesta di stupro aperta in Svezia, si è opposto all'estradizione. Il tribunale ha negato l'estradizione, per cui resterà in carcere almeno fino al 14 dicembre, giorno della prossima udienza.
Per il portavoce di Assange l'arresto del fondatore di Wikileaks è un attacco contro la libertà dei media. Che non fermerà le attività del gruppo.
Assange dal carcere: "La verità vincerà sempre".