Addio pc, il futuro di HP è sulle nuvole

Hewlett-Packard al bivio: ieri ha annunciato l'acquisto della britannica Autonomy per circa 10 miliardi di dollari. E ben presto darà il via a una profonda ristrutturazione che cambierà il volto della più grande societa tecnologica al mondo in termini di fatturato.

Il prezzo che l'Hp pagherà per la societa inglese produttrice di software è pari a 42,11 dollari ad azione, il 64% in più rispetto all'ultimo prezzo di chiusura delle obbligazioni Autonomy. Perché pagare tanto? La compagnia britannica è nota per la creazione di motori di ricerca utili alle aziende per trovare rapidamente informazioni importanti nelle reti aziendali.

Hp ha anche annunciato a sorpresa l'intenzione di cessare la produzione di smartphone e tablet che utilizzano il sistema operativo di Palm.
Hewlett-Packard ha registrato un aumento del suo utile netto nel terzo trimestre, ma con numeri inferiori alle attese: tagliate le previsioni per l'anno, è la seconda volta nel 2011.

Hp continua a fare soldi con le sue attività commerciali mentre i servizi alle imprese hanno registrato nell'ultimo trimestre un vistoso -15%. Un segnale preoccupante per un'azienda che punta a trasformarsi radicalmente da grande produttore di hardware - tablet, pc, smartphone - a società di servizi tecnologici, come la rivale storica IBM.